Non possibile visualizzare il filmato. Potrebbe essere necessario installare il plugin flash, puoi scaricarlo qui
Itinerario: I luoghi della Grande Guerra

Strade de la fam

 
 

Combai era l'ultimo paese alla cui popolazione fu concesso di rimanere nelle proprie case; gli abitanti degli centri situati in prossimità del Piave, vennero fatti evacuare e per loro iniziò il duro periodo del profugato. Una decauville, che da Longhere arrivava a Pedeguarda, si sdoppiava in due rami: uno portava a Pieve di Soligo-Falzè, l'altro per Premaor, Campea raggiungeva Combai. Da Combai, teleferiche e strade, costruite da ragazzi, donne e vecchi, superavano Budoi, si dirigevano verso Pianezze, scendevano a Mariech sul versante del Piave. All'inizio del paese iniziava una delle principali "strade de la fam ". Ora la parte iniziale è stata asfaltata e per individuare l'acciottolato costruito 85 anni fa, è necessario procedere, per un tratto, a piedi. Altre strade s'inerpicavano sulla montagna ed erano utilizzate dagli austro-ungarici per il trasporto di munizioni, viveri e rifornimenti. I bambini, le donne e i vecchi, addetti alla costruzione delle strade, come per la strada Tovena-Trichiana, per una dura giornata di lavoro, ricevevano come compenso, un "buono" per un piatto di minestra.

 
Servizi per il cittadino

Servizio di competenza regionale